Vai ai contenuti Intestazione del sito della Città di Corbetta
Home | Il comune | Sindaco |
servizi online per cittadini ed imprese - link ad un sito esterno in una nuova finestra

Valid XHTML 1.0 Strict

CSS Valido!

Sindaco

Foto del sindaco Marco Ballarini

Sono Marco Ballarini, sono nato nel 1975 e vivo da sempre a Corbetta, dove mi sono sposato con Barbara, mia moglie.

Mi sono diplomato al liceo Salvatore Quasimodo di Magenta con la maturità linguistica e ho poi conseguito la laurea in Scienze statistiche e sociali all'università Milano Bicocca.

Fin dalla tesi di laurea - uno studio sull'invecchiamento della popolazione lombarda - ho declinato le mie competenze nell'ambito del sociale soprattutto negli anni in cui sono stato assessore al Welfare a Corbetta (ruolo che ho ricoperto dal maggio 2011 al maggio 2016).

Contestualmente alla vita amministrativa ho sempre lavorato, soprattutto per multinazionali come Citibank, Deutsche Bank e General Electric.

Oggi sono dirigente nell'area marketing e Commerciale in Milano Serravalle e parte del Cda dell'Università Bocconi.

Sono stato militare nell'Arma dei Carabinieri e arbitro della FIGC Lombardia, ma fatico molto a nascondere la mia passione calcistica per la mia squadra del cuore, l'Inter.

L'altra mia passione è la politica, la voglia di fare per la mia città, il paese che amo.

Nel 1997 mi sono candidato per la prima volta come consigliere comunale di Corbetta; sono stato eletto e da lì è iniziata la mia esperienza politica.

Sono stato consigliere di opposizione fino al 2001, poi sono stato rieletto (sempre all'opposizione) fino al 2006.

Questi 9 anni come consigliere di minoranza mi hanno permesso di conoscere a fondo la macchina comunale e le problematiche di Corbetta.

Nel 2011 il sindaco Antonio Balzarotti mi ha chiamato nella sua Giunta, nominandomi assessore ai Servizi sociali, Sviluppo locale e Tempo libero.

Al termine del mandato ho deciso di candidarmi in prima persona come sindaco di Corbetta per rincorrere il sogno di amministrare la mia città.

Un sogno che ho condiviso con tutti i cittadini che da sempre mi sostengono dopo avermi conosciuto nell'ambiente scolastico, oratoriano e in tutte quelle circostanze in cui è stato necessario rimboccarsi le maniche per Corbetta.